Il Comune di Civitella Paganico si trova in provincia di Grosseto, e confina a nord-est con la provincia di Siena, a sud con i Comuni di Campagnatico e Cinigiano e a ovest con il Comune di Roccastrada.

Il paesaggio - prevalentemente collinare e solcato dal fiume Ombrone e da numerosi torrenti - vanta un ambiente naturale eccezionalmente ben conservato dove la fitta macchia mediterranea si alterna a campi coltivati, a testimonianza di un'economia che si regge soprattutto sull'agricoltura e sull'ambiente.

I paesi del Comune, quasi tutti arroccati su colli ad eccezione di Paganico e Monte Antico, sono circondati da boschi e dalla campagna incontaminata del paesaggio toscano tanto celebre in tutto il mondo. Querci e cipressi si alternano sulle colline e nei piani, e fitti arbusti come il corbezzolo, il mirto, l'erica, e le ginestre le coprono di vivaci colori durante tutto l'anno. In questo ambiente trovano il loro habitat perfetto cinghiali, caprioli, lepri, fagiani, starne e presso le rive dell'Ombrone, numerose specie di uccelli acquatici. Il territorio comunale vanta anche la presenza di una rara specie di ginestra, detta ginestra pendula (genista aetnensis) che sulla tarda primavera si riempie di migliaia di fiorellini gialli.

Oltre al tesoro costituito dalle bellezze naturali dell'area, il Comune di Civitella Paganico vanta un grande patrimonio di testimonianze artistiche di epoche diverse tra cui chiese e castelli di grande valore. La posizione lungo una delle maggiori vie di comunicazione, la E78, rende il territorio comunale di Civitella Paganico una base ideale per esplorare le più celebri aree della Toscana: da Siena al mare della Maremma, dalla Val d'Orcia alle Colline Metallifere, dal Monte Amiata alla Val di Merse.

Tra le grandi risorse locali non si possono poi dimenticare le Terme di Petriolo ubicate al confine tra il Comune di Civitella Paganico e quello di Monticiano.

La tradizione enogastronomica offre inoltre un'ulteriore ragione per visitare il comune. Le Sagre paesane che si svolgono ogni anno nelle frazioni, le moltre strutture ricettive, gli ottimi ristoranti e trattorie, e le cantine e i frantoi locali offrono ai visitatori il meglio della tradizione locale durante tutti mesi dell'anno.